Torino. L'arcivescovo Nosiglia affida una parrocchia al Sermig







Don Andrea Bisacchi, della fraternità, nominato amministratore di San Gioacchino, poco distante dall'Arsenale della Pace

Il lungo lavoro del Sermig al servizio della Chiesa continua a dare frutti. L'arcivescovo di Torino, Cesare Nosiglia, ha affidato una parrocchia alla fraternità fondata da Ernesto Olivero.

"Vi comunichiamo con gioia - si legge in un comunicato - che il nostro vescovo ci ha affidato la cura della parrocchia di San Gioacchino, poco distante dall'Arsenale della Pace, e ha nominato amministratore della parrocchia Andrea Bisacchi della Fraternità del Sermig, ordinato sacerdote il 3 ottobre 2015 assieme a Lorenzo Nacheli e Simone Bernardi.

L'ingresso sarà sabato 11 febbraio 2017, festa della Madonna di Lourdes, durante la celebrazione eucaristica delle ore 18, presieduta dal vicario episcopale territoriale don Marco Prastaro".

Questo atto di fiducia, affermano al Sermig "aumenta il nostro desiderio di essere nella Chiesa, semplicemente cristiani e il nostro senso di responsabilità verso tutte le persone che incontriamo". Qundi un invito a ciascuno "affinché la vostra presenza e la vostra preghiera avvolgano Andrea, sacerdote di Dio. Vorremmo essere in tanti, nella comunione ad accompagnare con la preghiera e con la presenza, questa nuova tappa del cammino che il Signore ci affida".

Il Sermig, Servizio missionario giovani, è nato nel 1964 da un'intuizione di Ernesto Olivero e da un sogno condiviso con molti: sconfiggere la fame con opere di giustizia e di sviluppo, vivere la solidarietà verso i più poveri e dare una speciale attenzione ai giovani cercando insieme a loro le vie della pace. Dai "si" di giovani, coppie di sposi e famiglie, monaci e monache è nata la Fraternità della Speranza, per essere vicini all'uomo del nostro tempo e aiutarlo a incontrare Dio.

avvenire.it

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

E' possibile modificare le opzioni tramite le impostazioni del Browser. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su informazioni.