Sermig

Maria Luisa in cielo

Maria Luisa in cielo

Ti ho conosciuto tanti anni fa
e subito ti ho chiamato "mamma".
Amavi l'Arsenale perché aveva salvato
la vita a tuo padre
che stava partendo per la Russia, 
durante la grande guerra
da dove difficilmente sarebbe tornato.
Tanti anni fa, da subito
un rapporto particolare:
tu madre, io figlio,
tu trepidante sempre per me.
Avevi deciso di affidarmi
tutti i sacrifici della tua famiglia
per dare speranza soprattutto
ai giovani.
Da allora non ti ho più lasciata
e il nostro affetto ha riempito
la tua vita, giorno e notte.
Oggi, primo maggio,
ti sei spostata in Cielo
ma il nostro rapporto
è lo stesso:
tu mamma, io figlio.

Ernesto Olivero