Sermig

Eccoci

Eccoci

Prontamente la giovane Maria
accetta di entrare nel mistero
con un Eccomi,
prontamente si sente amata
e lo stupore
fa dire al suo corpo:
Eccomi.
Non ci sono molte parole
per esprimere il suo Eccomi
è un SI senza condizioni
è un SI senza difesa
è un SI che si fida del suo Signore
e in un attimo
in ginocchio
accetta tutto.
Il suo SI
fa inginocchiare Dio,
che si rallegra
per sua Madre,
che lo ha accolto
con un “Sono qui,
Tu e io insieme per l’eternità”.
Il SI diventa abbraccio
una speranza
più grande del dolore
lo stesso che le avrebbe spezzato il cuore
ma non l’anima.

Ernesto Olivero