Sermig

Foresta che Cresce

Con la convinzione che “nessuno è tanto povero che non possa aiutare, e nessuno è tanto ricco che non abbia bisogno di aiuto” (Dom Helder Camara), lavoriamo per una società in cui ogni persona – anche la più emarginata – possa sperimentare la bellezza della solidarietà. Per questo, la Fraternità della Speranza propone a tutti l’iniziativa chiamata Floresta que Cresce, Foresta che Cresce, invitando proprio gli ospiti ad esserne i primi protagonisti.

Con quest'iniziativa, nata in occasione della visita in Brasile di Papa Benedetto XVI (nel maggio del 2007), l’Arsenale della Speranza ha voluto dare un segno concreto di come la speranza può contribuire a trasformare le difficoltà del presente in opportunità per costruire il futuro.

clicca per ingrandire"Fa più rumore un albero che cade di una foresta che cresce", recita un detto popolare. Oltre gli alberi della foresta amazzonica, in Brasile sono tantissimi i giovani “alberi” che cadono vittime di violenze, criminalità e droghe. Quasi non fanno più rumore… ma sono anche tantissimi coloro che – se gli viene data un’opportunità – vogliono impegnarsi per migliorare la realtà che li circonda. Da qui l’idea: “Noi vogliamo essere una Foresta che Cresce e non più alberi che cadono!”.

Insieme agli ospiti e ad alcuni giovani volontari, la Fraternità della Speranza ha tradotto quest’idea in centinaia di azioni di solidarietà, come pulizia delle strade del quartiere, donazioni di sangue, visite ad anziani, bambini e carcerati, collaborazioni con la Croce Rossa e la Protezione Civile, tinteggiatura di case di riposo, sistemazione dei giardini di asili e comunità per minori…

clicca per ingrandireGrazie a questa iniziativa
, moltissimi ospiti dell’Arsenale della Speranza hanno riscoperto la forza e i talenti per cambiare non solo se stessi, ma anche un po’ il mondo.
“La Foresta che Cresce ci aiuta a capire che possiamo restituire la speranza ricevuta, portandola fuori dall’Arsenale” (Adailton, ospite dell’Arsenale).