Sermig

Grazie Padova...

Articolo del "Corriere del Veneto" sulla serata del 5 giugno in Fiera per i ringraziamenti del Sermig ai giovani di Padova.

Sorrisi e strette di mano nella giornata conclusiva dei giovani della pace.

PADOVA. Nessun dibattito. Nessuno scontro. Nessuna polemica. Anzi. Volti distesi e sorridenti, quando mancano ormai solo cinque giorni alle elezioni cittadine di domenica prossima. D'altronde ieri sera in Fiera, il contesto suggeriva proprio questo. Relax e strette di mano. E così seduti a poca distanza l'uno dall'altro, l'ex vicesindaco Eleonora mosco (a nome dell'ex primo cittadino Massimo Bitonci) e i candidati sindaco Sergio Giordani e Arturo Lorenzoni hanno preso parte all'evento conclusivo della quinta Giornata mondiale dei giovani della pace, organizzata dal Sermig di Ernesto Olivero e svoltasi il 13 maggio scorso in Prato della Valle (preceduta la sera prima da una veglia nella Basilica di Sant'Antonio).

"L'odio non ci fermerà, ripartiamo dall'amore", lo slogan della manifestazione, che ha portato decine di migliaia di ragazzi attorno all'Isola Memmia e ricevuto il plauso del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. "Ripartire dall'amore - ha sottolineato ieri Olivero, scrittore e teologo salernitano - significa dar da mangiare agli affamati, ogni giorno. Accogliere lo straniero, ogni giorno. Assistere i carcerati, ogni giorno. Convertire e riportare sulla retta via chi ha sbagliato, chi ha commesso qualsiasi tipo di sbaglio, ogni giorno".

A fine serata, un gruppo di giovani ha consegnato nelle mani di Mosco, Giordani e Lorenzoni un documento dal titolo Patto tra generazioni, che riassume appunto i lavori della Giornata mondiale dei giovani della pace.