Sermig

The professor

di Alessandro Del Gaudio - Una megalopoli in cui passano mode e ricchezze quasi come i mille battelli che scivolano sulle acque del Tamigi a tutte le ore del giorno. Frenetica e splendente da un lato, cupa e misteriosa dall’altra, è attraversata da linee esoteriche che l’hanno resa una dei vertici della magia nera, come la tradizione vuole, a fianco a Torino e San Francisco. Ma oltre che città misteriosa, la capitale britannica è anche una metropoli torbida e tormentata, le cui strade hanno fatto da scenario ad alcuni dei più terribili episodi di cronaca nera, ispirando – non a caso – pagine di letteratura di genere, dal fantastico al gotico, dal noir al giallo, all’horror.

In questo filone si inserisce Benjamin Love, l’eroe vittoriano nato dall’immaginazione di Andrea Corbetta e pubblicato ogni due mesi da Erredi, al suo esordio nel mondo della nona arte. Più che a Dylan Dog, il più celebre indagatore dell’incubo italiano, anche lui londinese, l’investigatore dell’occulto riunisce in sé tre classici dell’immaginario anglosassone: Sherlock Holmes, Van Helsing e Doctor Who. Visivamente i suoi creatori si sono ispirati al celebre attore Peter Cushing, icona del cinema horror e mistery. Non a caso quando ho stretto tra le mani il primo volume di The Professor, nome della testata, la somiglianza con l’attore da un lato, e l’impressione di essere di fronte a un Doctor Who cartaceo dall’altro mi hanno quasi scoraggiato dal cominciare a leggere.

Per adesso, terminato il primo numero, uscito a ottobre, l’idea che mi sono fatto non è negativa, ma aspetto di leggere qualche altra avventura prima di decidere che parere esprimere. I presupposti sono buoni, il progetto non dei più originali, ma la lettura potrebbe incuriosirvi e chissà, col tempo, appassionarvi.

Alessandro Del Gaudio
COMICS
Rubrica di NUOVO PROGETTO