Sermig

Il muro della pace

Foto di una bambina che osserva il "muro della pace"di Marco Grossetti - Un muro per salire sino a bucare le nuvole, per abitare il cielo e far splendere il sole. La missione oggi è aiutare un bambino. Se un bambino piange o è triste, noi dobbiamo farlo essere felice. Se si fa male noi dobbiamo aiutarlo.

Prince. C’era una volta una moneta che arrivava dall’Egitto. Nel 2016, ha fatto un lungo viaggio ed è andata dall’Egitto alla Turchia e dalla Turchia all’Italia. È rimasta due giorni in aeroporto e ho detto a papà che volevo darla a Ernesto come regalo per tutto il Sermig. Dietro alla moneta c’è un faraone e davanti c’è un grande numero uno. Mi piacerebbe che ogni bambino portasse una moneta dal proprio Paese.

Ahmed. La cosa più bella è vedere i miei amici migliori sorridere perché è la cosa più bella del mondo e io senza amici mi sentirei scomparso nel nulla, ma sentirò presto una mano vicino a me!

Manuel. Per rendere questo mondo migliore bisognerebbe essere sempre uniti, non lasciare nessuno indietro, far migliorare gli altri. Ci vorrebbe una squadra come noi, ci sarebbe bisogno di un amore più forte di ogni cosa, le cose più forti si ottengono insieme agli altri.

Wissal. Desidero che tutte le persone si aiutino l’una l’altra. Io e le mie amiche crediamo di riuscire a sconfiggere la tristezza. Per essere felici, bisogna stare uniti e per restare uniti, bisogna volersi bene.

Aby. Io mi impegnerò a dare il sorriso ai bambini tristi. Una volta c’era una bambina triste, quando l’ho vista le ho detto: “Cos’hai?”. Lei non mi ha risposto. Dopo un minuto mi ha detto: “Perché nessuno vuole giocare con me”. E io le ho detto: “Non ti preoccupare io diventerò tua amica e giocheremo insieme”. Alla fine ci siamo messe a giocare e le è tornato un sorriso.

Sara. Per me la pace è un momento in cui noi ci uniamo e ci vogliamo molto bene, ci uniamo per sempre! Nessun cattivo può fermare questa energia potente! Infatti l’energia è poca se c’è una persona, invece se ce ne sono molte l’energia diventa sempre più potente, perché: uno per tutti, tutti per uno! Questo è quello che penso! La pace è un momento di serenità, di immaginazione e di piangere di gioia.

Teresa. Ogni cosa che compro, la do ai miei amici e mi fanno un bellissimo sorriso.

Yasmine. La pace è fare un sorriso, non fare la guerra mai più, i sorrisi di tutti quanti. Prince è Spiderman, io sono Batman, Abou è Hulk Spaccatutto, Mohamed è Flash, Manuel è Capitan America, Hakim è Superman.

Rayan. Una volta ho visto Prince che era arrabbiato, ho giocato con lui ed è ritornato felice.

Youness. Il Sermig è un luogo molto speciale, dove ci sono persone povere e bambini provenienti da molto Paesi diversi, ma nessuno prende in giro gli altri bambini o i poveri per il colore della pelle, oppure per la religione...

Federica. Da quando ho incominciato a venire qui ho incontrato molti amici di diverse religioni, ma io mi sentivo bene con loro ed ho capito che siamo tutti uguali, che ci dobbiamo aiutare l’uno con l’altro.

Marco Grossetti
FELICIZIA
Rubrica di NUOVO PROGETTO