Sermig

Saggezze

di Andrea Go - C’è una frase che mi accompagna da un po’ di anni e per una volta non è di mio nonno. La disse un uomo molto saggio, noto per la sua saggezza e per la sua capacità di persuasione. Riusciva a convincere chiunque che la sua fede era quella giusta. Viveva in uno di quei Paesi dove non puoi parlare di Dio sennò se la prendono a male.

Una volta incontrò un giovane che gli chiese: “Tu come fai a predicare alle persone se non puoi neanche parlare di Dio”. Il saggio rispose: “Faccio esattamente in questo modo, siediti che te lo spiego: mi preparo tutto nei minimi particolari, ogni parola al posto giusto, e questa cosa comporta un grande studio. Non è che ti puoi improvvisare, qui la gente mica scherza, devi essere pronto a controbattere ad ogni domanda, non puoi avere alcun dubbio, devi quindi crederci in primo luogo e poi conoscere il campo di battaglia nei minimi particolari.

Non c’e spazio per l’errore, devi essere preparato come un pilota che fa una curva a 300 all’ora, se sbagli sei morto. Quando ti sentirai pronto aspetta ancora un po’ di anni. Credimi è meglio cosi! Lascia sedimentare il tutto e nel frattempo continua a leggere a prepararti. Non abbassare mai la guardia e nel frattempo sii sempre una buona persona, sempre gentile con tutti, aiuta chi ha bisogno, non aspettarti niente in cambio. Se qualcuno ti fa imbestialire prova a tacere, a guardare oltre. Fai questo per due o tre anni almeno. Poi aspetta ancora un po’ e continua a studiare con il medesimo atteggiamento.

Ecco, sono passati quasi 10 anni, ora sei pronto. Allora esci di casa e chiudi la porta a chiave. Poi riaprila, torna dentro e richiudi a chiave... dirigiti verso la camera più piccola, chiuditi dentro e lì finalmente potrai predicare a te stesso”. Il vecchio saggio salutò il giovane e scomparve all’orizzonte. A questo punto non mi resta che aggiungere: ma quanto ti amo vecchio saggio!

Andrea Go
ORZATA CON LATTE
Rubrica di NUOVO PROGETTO