Restituzione

di Pietro Rizzato - Il silenzio di chi ha qualcosa da dire.Il silenzio di una piazza gremita di migliaia e migliaia di giovani provenienti da ogni parte d’Italia e del mondo. Il silenzio di chi ha preparato la giornata da Padova, da casa propria, dal proprio quotidiano, dal gruppo della parrocchia, là dov’era. Il silenzio di una piazza piena, Prato della Valle come la città non l’aveva mai visto. Il silenzio di Padova e i suoi cittadini che hanno visto e sentito il velo del Mondiale adagiarsi sulla città.

Un silenzio partecipato, non subìto, una cosa bella, fatta insieme. Il silenzio di chi come me e con me sa bene cosa c’è dietro e condivide il conto delle ore piccole spese perché tutto sia al suo posto, tutto sia fatto bene perché il bene può essere fatto soltanto bene.

Un silenzio che non deve fare notizia, non deve essere motivo di vanto o di differenza rispetto agli altri. Si tratta di fare ognuno la propria parte, solo così il culmine dell’Appuntamento ha potuto diventare un sigillo indelebile nella vita di tutti e ognuno.

Fare la propria parte, sentirsi dire da se stessi «tocca a te» e mettersi in gioco più che mai. Portare la propria passione, le proprie capacità, la propria professionalità perché la proposta sia bella.

Bella, non mi viene una parola più semplice ma completa per definire questa cosa. È una cosa bella. Il silenzio della restituzione.

Pietro Rizzato

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

E' possibile modificare le opzioni tramite le impostazioni del Browser. Se vuoi saperne di più o negare il consenso clicca su informazioni.