Sermig

Donne ingegneri e scienziate crescono

di Sandro Calvani - Le relazioni di genere in ogni espressione delle società stanno cambiando rapidamente in ogni parte del mondo.

Nella gran parte dei Paesi asiatici le ragazze delle generazione Y, nate nel nuovo millennio, vedranno molte meno discriminazioni di quante ne avevano sofferto le loro mamme e le loro nonne. Aumenta infatti il numero di Paesi asiatici, dove, almeno in termini di legge, sono state abolite tutte le discriminazioni di genere.

Uno dei settori dove si nota una rivoluzione più forte è quella dell’educazione universitaria: vanno infatti sparendo i settori di specializzazione prima riservati quasi esclusivamente agli uomini, come per esempio il settore delle scienze, tecnologie, ingegneria e matematica (STEM), anche se le società civili fanno fatica ad abituarsi alle novità.

Nel 2017, uno studio su 2.270 ragazze di età compresa tra i 12 e 25 anni in Australia, Cina, India, Indonesia, Malesia e Singapore ha rilevato che studiare materie STEM aiuta le ragazze a trovare facilmente un ottimo lavoro, ma il 42% delle ragazze stesse pensa che ci sia ancora molto da fare per cambiare la percezione della società per attirare la prossima generazione di giovani donne a perseguire una carriera in settori prima riservati agli uomini.

Alla domanda su cosa le avrebbe attirate ad avviare una carriera nel campo dell’ingegneria e delle nuove tecnologie, le ragazze (17-19 anni) hanno citato come incentivi prioritari le borse di studio (38 per cento), il modello rappresentato da donne di successo in quei campi (34 per cento) e un maggiore sostegno da parte delle scuole e delle istituzioni (32 per cento).

I risultati dell’indagine realizzata da esperti di MasterCard sono riassunti in una infografica

Sandro Calvani
ORIENT EXPRESS
Rubrica di NUOVO PROGETTO