Sermig

Il presepe è la nostra famiglia

di Anna e Raffaele Schipani - Quando si avvicina il Natale ci si affollano nella mente tante cose da fare e da organizzare. In realtà le cose importanti sono poche e per i cristiani una sola: contemplare il mistero dell’incarnazione del nostro Signore Gesù Cristo. Chi ha dei bambini di certo avrà preparato un presepe, anche noi lo abbiamo fatto ed è stata l’occasione per qualche riflessione.

È un presepe prezioso e sobrio allo stesso tempo in cui apparentemente manca qualcosa, anzi molto, non c’è la capanna, non ci sono pozzi, laghi, colline... Diciamo che manca l’ambientazione e ovviamente il più piccolo della tribù l’ha fatto notare. Certo, perché i bambini hanno occhio per certe cose, soprattutto quando al catechismo raccontano che la capanna parla e anche la paglia e pure Beniamino che è il proprietario della capanna... ma questa è un’altra storia.

Insieme ci siamo detti che è la nostra casa il luogo che si prepara ad accogliere Gesù, è la nostra famiglia che prova a fare spazio a Gesù che vuole venire per rimanere con noi. Quando il Padre che è nei cieli, nel tempo opportuno, ha preparato la venuta del Figlio suo, ha scelto la vergine Maria perché nel suo grembo il Verbo diventasse carne e ha chiamato Giuseppe perché custodisse con la sua sposa questo mistero grande di un Dio che si fa uomo. Adesso tocca a noi! Quanto sarebbe bello che ognuno riscoprisse il dono dello Spirito che rende capaci di portare Cristo a tutti gli uomini.

E per quanti l’hanno ricevuto, il sacramento del matrimonio svela e realizza nella nostra storia l’anticipazione del Regno, del compimento divino-umano dell’umanità. In questo modo due sposi divengono un luogo sacramentale, uno spazio dove Dio in modo sensibile, storico, ama l’umanità e realizza il disegno della salvezza.

Giovanni Crisostomo dice: «Quando un uomo e una donna diventano uno nel matrimonio, non appaiono più come creature terrestri ma sono l’immagine stessa di Dio». L’augurio sia per tutti di purificare il cuore per arrivare pronti al Natale e lasciare entrare Gesù nella nostra vita perché sia pienamente trasfigurata.

Anna e Raffaele Schipani
THE FAMILY
Rubrica di NUOVO PROGETTO