Sermig

Afghanistan e danza

di Simona Carrera - Ferdinando Bruni ed Elio De Capitani portano in scena un dittico dedicato all’Afghanistan: Il grande gioco ed Enduring freedom, due spettacoli che attraversano due secoli per raccontare i complessi rapporti tra l'Occidente e l'Asia centrale. Un viaggio avventuroso, crudele e poetico lungo la storia dell'Afghanistan, un possente affresco in dieci episodi firmati da altrettanti autori inglesi e americani in una stupefacente variazione di registri narrativi, dal mélo alla docufiction, dal noir alla spy story, che danno conto di un nodo geopolitico cruciale. Il Teatro dell’Elfo continua la sua indagine sulla drammaturgia anglosassone e trova in questa grande epopea, che copre un arco di tempo che va dal 1842 ai giorni nostri, una nuova e irrinunciabile occasione di teatro che racconta il presente. In scena a Milano fino al 25 novembre e poi in tournée in Italia.

Alain Platel, che con i suoi Les ballets C de la B ha rivoluzionato la visione della danza contemporanea con un originale atteggiamento di apertura ed ascolto, conferma con Requiem pour L. la capacità e la vocazione a toccare corde sensibili del nostro profondo sentire. Lo spettacolo è una riflessione lucida, sofferta, a tratti impietosa, sul tema della morte, intesa come parte sostanziale e sublime della vita, come esperienza profondamente umana e spirituale. Alain Platel rinnova per questa nuova creazione la collaborazione con il compositore Fabrizio Cassol, realizzando una nuova scrittura del Requiem di Mozart: un adattamento musicale per quattordici musicisti africani cui corrisponde una scrittura scenica che si nutre di suoni, note, gesti e volti.

Lo spettacolo, dopo Reggio Emilia, sarà alle Fonderie Limone di Moncalieri il 30 novembre e il 1 dicembre per la Stagione del Teatro Stabile di Torino e nell’ambito di Torinodanza e poi in tournée in Europa.

elfo.org
teatrostabiletorino.it

Simona Carrera
SIPARIO
Rubrica di NUOVO PROGETTO