Sermig

Questo sì che è un incontro

di Ernesto Olivero – La Bibbia ci ricorda che c’è un tempo per nascere e un tempo per morire, un tempo per piantare e un tempo per sradicare, un tempo per demolire e un tempo per costruire, un tempo per piangere e un tempo per ridere… C’è anche un tempo, aggiungo io, che ci fa incontrare il sì che volevamo dire, che ci aspettava. Un sì con il quale avevamo un appuntamento e che ci apre a un mondo nuovo. Da quel momento c’è un tempo per amare sempre. Un tempo per amare anche quando ho le lacrime. Un tempo per difendere l’amico quando ho forza e quando non ho forza. Il tempo dell’amore, se è quello vero, se non è egoistico, se non vuol pos-sedere, è il tempo della libertà, è il tempo che ti fa ritrovare le energie che credevi fossero consumate.
Il tempo dell’amore ti fa incontrare il tempo quando pensi di non averlo più. Il tempo dell’amore è un tempo diverso, un tempo davvero nuovo di cui vorrei che tutti gli uomini, tutte le donne del mondo potessero disporre. Allora ci sarà il tempo della pace, il tempo della giustizia, non per un momento ma per sempre. Ecco, io ho incontrato questo tempo dell’amore e da quando l’ho incontrato sento nuove energie, nuovi stimoli, vedo il mondo in un modo diverso. Le distanze non esistono più, esiste solo la comunione. Il tempo dell’amore lo si desidera con tutto il cuore, con tutte le forze. Nel tempo dell’amore tutto diventa amore, anche la stanchezza, anche gli incubi, anche le incomprensioni, perché nel tempo dell’amore chi ha sbagliato sa chiedere scusa. Ripeto, vorrei che tutti entrassero in questo tempo. Perché è finalmente il tempo di un respiro un po’ più quieto, pur correndo come matti. È il tempo del riposo, anche se non ti riposi più, perché trovi la forza nel non riposo. È il tempo di uomini e donne che si sentono normali, piccoli, bambini, ma nelle mani di Dio! Avviene così che trovi il tempo dell’amore.

Illustrazione di Giampiero Ferrari
Gli editoriali di NP (n.8 - 2011)