Sermig

Sessione 2011 / 2012

“Giovani e adulti, riparatori di brecce”


Raffaele Cantone Magistrato
"Convertire le mafie"

Per sconfiggere le mafie la repressione da sola non basta. Servono cultura, diritti,educazione: una ri-conversione a tutti i livelli. A distanza di 20 anni dalla morte dei giudici Falcone e Borsellino, se ne é parlato mercoledì 30 maggio in cui giovani e adulti si sono confrontati con il magistrato Raffaele Cantone sul tema “Convertire le mafie”. Nato a Napoli nel 1963, Cantone ha fatto parte fino al 2007 della Direzione distrettuale antimafia napoletana.
Si devono a lui e ai suoi colleghi le indagini principali sul clan dei Casalesi, sui loro interessi e infiltrazioni non solo in Campania, ma anche al Nord e all’estero. Roberto Saviano in “Gomorra” ha raccontato molti aspetti di quelle inchieste. Cantone vive sotto scorta dal 2003 ed è autore di diversi libri dedicati al fenomeno delle mafie, tra cui "Operazione Penelope” e "Football Clan".

FOTO e VIDEO


Andrea Agnelli (presidente della Juventus)
"Il futuro è un'impresa"

Martedì 8 maggio il presidente della Juventus Andrea Agnelli si è confrontato con giovani e adulti in un dialogo a tutto tondo sul tema "Il futuro è un'impresa". Agnelli si è formato accademicamente al St Clare's International College di Oxford e alla Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano. Nel corso della sua carriera ha avuto esperienze in Italia e all'estero: tra queste, mansioni di vendita e marketing in aziende come Piaggio, Auchan e Ferrari. Dal 2001 al 2004 ha lavorato alla Philip Morris International. Nel 2007 ha costituito una holding finanziaria, la Lamse S.p.A. Dal padre, oltre che il legame al mondo FIAT, ha anche ereditato una passione per la squadra di calcio Juventus, nella quale ha lavorato inizialmente come assistente nel settore commerciale. Entra ufficialmente in carica durante il CdA del 19 maggio 2010. Dopo 50 anni di assenza, è il quarto Agnelli, dopo il nonno Edoardo, il padre Umberto e lo zio Gianni, a rivestire questa carica. Il 27 ottobre 2010 presiede la sua prima assemblea degli azionisti nella veste di Presidente della Juventus..

FOTO e VIDEO


Mons. Luciano Monari (vescovo)
"Vicino all'uomo, vicino a Dio"

Stefano Zamagni La frattura tra uomo e Dio: l’arcivescovo di Brescia all’Università del Dialogo del Sermig

L’uomo di oggi ha ancora bisogno di Dio? È la frattura più profonda del nostro tempo. Solo l’esempio, la credibilità delle scelte, la vicinanza all’uomo ferito possono ricomporla. Partirà da queste premesse il prossimo incontro dell’Università del Dialogo del Sermig, in programma lunedì 26 marzo, alle ore 18,45, negli spazi dell’Arsenale della Pace. Ospite mons. Luciano Monari, arcivescovo di Brescia, biblista, che dialogherà con giovani e adulti sul tema “Vicino all’uomo, vicino a Dio”. L’incontro rientra nella sessione 2011-2012 su “Giovani e adulti, riparatori di brecce”, una riflessione a tutto campo su come ricomporre le fratture della nostra epoca, sia a livello sociale che personale.

FOTO e VIDEO


Stefano Zamagni (economista)
"Il dividendo della fraternità"

Stefano Zamagni La frattura tra ricchi e poveri, gli strumenti per affrontare la crisi, la fraternità come stile da vivere anche e soprattutto nell'economia.
Se ne parlerà martedì 6 marzo, all'Università del Dialogo del Sermig.

A partire dalle 18,45, negli spazi dell'Arsenale della Pace, giovani e adulti dialogheranno con l'economista Stefano Zamagni, sul tema "Il dividendo della fraternità".

Docente di Economia politica all'Università di Bologna e consultore del Pontificio consiglio della giustizia e della pace, Zamagni è stato uno dei principali collaboratori di papa Benedetto XVI nella stesura del testo dell'Enciclica Caritas in veritate. Tra i suoi campi di interesse, i legami tra economia e mondo del no profit.

L'incontro sarà trasmesso in diretta streaming sul sito www.sermig.org in modo che anche gli amici lontani possano partecipare insieme a noi a queste occasioni di formazione e crescita.

L'incontro proseguirà poi alle 21, con il tradizionale appuntamento della preghiera del martedì, animato dalla Fraternità del Sermig

FOTO e VIDEO


Arturo Brachetti (artista)
"Di sogni e di meraviglia"

Arturo Brachetti Per un giovane di oggi è ancora possibile coltivare e realizzare un sogno? Impegnarsi tutta la vita per percorrere la sua strada? Non avere paura di sconfitte e ostacoli? Si parlerà di questo nel prossimo incontro dell’Università del Dialogo del Sermig, in programma martedì 17 gennaio, a partire dalle ore 18,45, negli spazi dell’Arsenale della Pace di Torino. Giovani e adulti si confronteranno con Arturo Brachetti, sul tema “Di sogni e di meraviglia”, una riflessione che prenderà spunto dalla realizzazione di un sogno artistico.

Originario di Corio (To), Arturo Brachetti oggi gira il mondo con i suoi spettacoli particolarissimi. Si deve a lui il merito di aver riportato in auge l'arte del trasformismo, dopo la morte di Leopoldo Fregoli, nel 1936.
L’Università del Dialogo è uno spazio di formazione permanente promosso dal Sermig, la realtà di pace e solidarietà nata nel 1964 da un'intuizione di Ernesto Olivero. Obiettivo: riflettere sui problemi del nostro tempo in una prospettiva di speranza.

FOTO e VIDEO


Susanna Tamaro (scrittrice)
"Le lacrime hanno le braccia aperte"

Susanna TamaroIl dolore accolto e il dolore disperato, il dolore rifiutato e quello aperto alla speranza: l’esperienza e la frattura interiore dell’uomo di ogni tempo. Sarà il mistero della sofferenza il filo conduttore del prossimo incontro dell’Università del Dialogo del Sermig, in programma martedì 29 novembre, a partire dalle ore 18,45, negli spazi dell’Arsenale della Pace di Torino.  Giovani e adulti si confronteranno con Susanna Tamaro sul tema “Le lacrime hanno le braccia aperte”, una riflessione che prenderà spunto dall’ultimo libro della scrittrice “Per sempre”. È il viaggio interiore di un uomo che ha vissuto due lutti gravissimi: per la Tamaro l’occasione di affrontare le dinamiche del cuore legate alle stagioni della vita, all’amore e alla morte, al mistero dell’esistenza.

Di origine triestina, Susanna Tamaro è una delle scrittrici italiane più amate, anche all’estero. La sua opera più nota “Va’ dove ti porta il cuore”, ha venduto oltre 14 milioni di copie in tutto il mondo ed è stata tradotta in più di 30 lingue. Susanna Tamaro arriva all’Arsenale della Pace nell’ambito della sessione 2011-2012 dell’Università del Dialogo, intitolata “Giovani e adulti, riparatori di brecce”. Il primo incontro, giovedì 20 ottobre, ha ospitato lo scrittore Alessandro D’Avenia. L’Università del Dialogo è uno spazio di formazione permanente promosso dal Sermig, la realtà di pace e solidarietà nata nel 1964 da un'intuizione di Ernesto Olivero. Obiettivo: riflettere sui problemi del nostro tempo in una prospettiva di speranza. Inaugurata in Vaticano il 31 gennaio del 2004 da papa Giovanni Paolo II, negli ultimi anni l'Università del Dialogo ha accolto testimoni di ogni orientamento, della cultura e dei media, dell’economia e della politica, della solidarietà e dell’arte. Adulti con responsabilità particolari disposti a confrontarsi con i giovani, realizzando anche in campo culturale quell’incontro tra generazioni che il Sermig considera indispensabile per cambiare il mondo.

FOTO e VIDEO


Alessandro D'Avenia (scrittore)
"La passione educa. Generazioni, l'incontro possibile"

Alessandro D'Avenia Un’analisi a tutto campo sul rapporto tra giovani e adulti: la scuola, la sfera emotiva, la frattura tra le generazioni. Con una chiave: l’incontro è possibile solo mettendo al centro passione ed etica vissute e testimoniate.
Partirà da queste premesse il primo appuntamento della nuova sessione dell’Università del Dialogo del Sermig, in programma giovedì 20 ottobre, alle ore 19, negli spazi dell’Arsenale della Pace di Torino. Ospite lo scrittore Alessandro D’Avenia, autore del best seller “Bianca come il latte, rossa come il sangue”. Classe 1977, professore di liceo, editorialista de “La Stampa” e “Avvenire”, D'Avenia si confronterà sul tema “La passione educa. Generazioni, l’incontro possibile”. Una serata-dialogo che ruoterà intorno alle domande dei giovani e degli adulti presenti in sala e di gruppi di ascolto di altre città italiane, collegati via web.


 

FOTO e VIDEO